COME LAVARE I CAPI DI LANA

LINEE GUIDA

CONTROLLA L’ETICHETTA

Mantenere bello e soffice un maglione o un capo in lana, magari fatto a mano
con molta pazienza, non è impossibile. L’importante è capire come lavare la lana
in maniera adeguata per non creare infeltrimento e pilling.
Le istruzioni di manutenzione indicate sull’etichetta del vostro capo o del vostro gomitolo possono variare secondo il tipo di lana.
Di conseguenza i processi e i trattamenti tecnici che applicherete potranno fornire ulteriori benefici ai vostri abiti che avranno, così, una durata maggiore.

Progetto senza titolo (5)

LAVAGGIO A MANO

Se l’etichetta dei vostri capi reca il simbolo di lavaggio a mano, seguite attentamente queste istruzioni. Lavate a mano in acqua tiepida (max 40°C) usando un detersivo delicato, preferibilmente approvato da Woolmark.
Rovesciate il capo per proteggere le fibre superficiali. 
Assicuratevi che la polvere o il liquido siano completamente sciolti prima
di immergere il capo. Un breve ammollo di circa 5 minuti aiuterà a rimuovere
lo sporco. 
Non sfregate mai il capo! Risciacquate prima in acqua tiepida, poi in acqua fredda. Quando lavate un capo di maglieria, rimuovete l’acqua in eccesso arrotolandolo in un asciugamano, oppure centrifugate utilizzando il ciclo
di centrifuga breve della lavatrice.
Mai torcere! Ridate forma al capo mentre è ancora umido.

LAVAGGIO IN LAVATRICE

Impostate il programma lana o capi delicati con temperatura massima di 30° oppure procedete con il lavaggio a freddo. Utilizzate sempre un detersivo delicato, specifico per la lana, e l’ammorbidente. Si possono usare anche ammorbidenti fai da te come per esempio l’aceto. 
Una delle cause principali alla base dell’infeltrimento è il cambiamento
di temperature: fate in modo che si mantenga costante sia in fase di lavaggio che durante quella di risciacquo. 
Importante! Estraete i capi dalla lavatrice appena finito il lavaggio.

Progetto senza titolo (13)

LAVAGGIO A SECCO O DOMESTICO

La maggior parte dei capi in lana deve essere lavata a secco. Segnalate sempre alla lavanderia la presenza di macchie resistenti prima del lavaggio.

CURA DI OGNI GIORNO

Vuotate sempre le tasche e appendete i capi in lana dopo averli indossati, preferibilmente in un ambiente fresco. Non stipateli mai in uno spazio limitato. Scegliete appendini adatti alle spalle delle giacche, e quelli che sostengono gonne e pantaloni per la cintura. Questo aiuta a far distendere le pieghe.

COME ELIMINARE LE PIEGHE

Gli abiti, in particolare quelli prodotti con tessuto
di qualità Woolmark o Woolmark Blend, perdono
le pieghe se lasciati appesi in un ambiente umido
per breve tempo (potete utilizzare anche l’ambiente umido della doccia) e fatti riposare durante la notte.
Al mattino li ritroverete
in perfette condizioni.

LA CURA DEL TUO ABBIGLIAMENTO LEGGERO IN LANA

La stropicciatura può essere eliminata stirando a secco o a vapore ad una temperatura non superiore a 150°C, frapponendo un panno umido tra il ferro e il capo. Per la stiratura a secco, coprite la superficie con un panno umido
per evitare l’effetto lucido.

CURA… DOPO LA PIOGGIA

Se il vostro capo in lana si bagna, deve essere asciugato lontano da fonti
di calore diretto e mai davanti al fuoco, né su un radiatore o esposto ai raggi
del sole.

USATE LA SPAZZOLA FREQUENTEMENTE

Spazzolate spesso giacche, abiti, gonne e pantaloni anche per evitare
il fenomeno del pilling.
Usate una spazzola a setole fini e rigide per rimuovere la polvere che può rendere opachi i tessuti in lana più fine ed una spazzola levapelucchi 
per contrastare la formazione antiestetica dei pelucchi sui capi.

LASCIATE RIPOSARE

Cercate di evitare di indossare lo stesso abito in lana per due giorni consecutivi, ciò permetterà alle fibre di lana di recuperare la loro naturale elasticità.

Il trattamento delle macchie sui capi in lana richiede una particolare cura. In questo caso esistono due possibilità: trattare la macchia in casa o portare il capo in una lavanderia specializzata. Qualunque sia la soluzione scelta, bisogna agire in modo tempestivo. La lana, come fibra naturale, possiede un rivestimento protettivo naturale che la rende
più resistente alla polvere e allo sporco.

COSA FARE SUBITO

Sia che scegliate di trattare la macchia a casa o che decidiate di portare il capo
in lavanderia, quando macchiate un capo in lana, la prima cosa da fare è mettere un panno assorbente pulito sulla zona interessata per assorbire eventuali residui. 
Se decidete, poi, di trattare il problema senza ricorrere ad un servizio a pagamento,
seguite le istruzioni specifiche qui fornite per i diversi tipi di macchia.

BEVANDE ALCOOLICHE (NON VINO ROSSO)

Tamponate leggermente con un panno assorbente per togliere quanto più liquido possibile. Fate una spugnatura con acqua calda ed alcool denaturato
in parti uguali.

CAFFÈ NERO

Mescolate alcool e aceto bianco in parti uguali, quindi tamponate la parte macchiata con un panno impregnato della soluzione prima di premere leggermente con un panno assorbente.

SANGUE

Tamponate velocemente la macchia con una spugna umida per rimuovere
il sangue in eccesso. Sfregate leggermente con aceto non diluito, quindi tamponate con acqua fredda.

BURRO / GRASSO / SALSE

Se si forma una macchia di grasso grattate subito la superficie
con un cucchiaio o un coltello per rimuovere l’eccesso, poi tamponate l’area con un panno impregnato di liquido adatto per la pulitura a secco. 
Non usate mai acqua calda su macchie di grasso.

CIOCCOLATO / CAFFELATTE / THE

Tamponate il contorno della macchia con un panno impregnato di alcool etilico, poi seguite le istruzioni per
il caffè nero.

UOVA / LATTE

Sfregate delicatamente con un panno impregnato di alcool etilico.
Ripetete l’operazione con un panno impregnato di aceto bianco diluito.

FRUTTA / SUCCO DI FRUTTA / VINO ROSSO

Tamponate la macchia con alcool denaturato e acqua (in ragione di tre parti
ad una).

ERBA

Applicate del sapone (tavoletta o scaglie di sapone) oppure sfregate delicatamente con un panno impregnato di alcool denaturato.

INCHIOSTRO / PENNA-BIRO

Sfregate delicatamente con un panno impregnato di alcool etilico.
Ripetete l’operazione con un panno impregnato di aceto bianco o alcool denaturato.

ROSSETTO / FONDOTINTA / SMALTO PER UNGHIE

Sfregate delicatamente con un panno impregnato di trementina o di alcool denaturato.

CERA

Grattate via quanta più cera potete dall’indumento con un cucchiaio o un coltello non tagliente. Mettete della carta assorbente sulla macchia e stirate delicatamente con il ferro caldo. Non lavate.

Ora che trattare le macchie e curare la lana è diventato un po’ più semplice grazie a questi piccoli accorgimenti, si può dare sfogo alla fantasia creando capi pregiati fatti a mano.
Sul nostro sito potrete trovare gomitoli e pattern per poter realizzare meravigliose opere.

Condividete il vostro lavoro anche sulla nostra pagina facebook Crea con Tricot Café
o nelle stories di Instagram taggando la pagina Tricot Café e utilizzando gli hashtag #TricotCafé e #CreaconTricotCafé.
Importante! Descriveteci i filati che avete utilizzato così che le vostre creazioni possano diventare esempi per altre persone che si affacciano a questo mondo. 

I lavori più belli verrano ripostati sui nostri canali social!